Glaucoma

Secondo la definizione dell’European Glaucoma Society (EGS), il glaucoma è una neuropatia ottica cronica progressiva in cui si documentano alterazioni morfologiche caratteristiche della testa del nervo ottico e dello strato delle fibre nervose retiniche, in assenza di altre patologie oculari . La pressione intra-oculare (PIO) elevata rappresenta il più importante fattore di rischio per lo sviluppo e la progressione del glaucoma, ed anche l’unico modificabile mediante terapia.

(Terminologia e Linee guida per il Glaucoma 4a edizione European Glaucoma Society - June 2014)

Per la diagnosi del glaucoma è indispensabile studiare il paziente in molteplici aspetti:

la familiarità che insieme all'età (maggiore dei 40 anni) rappresenta un fattore di rischio.

Le patologie sistemiche concomitanti, i farmaci usati dal paziente.

Sarà poi importante studiare l'occhio: spessore corneale (Pachimetria), studio dell'angolo iridocorneale (OCT camera anteriore), tonometria, analisi della testa del nervo ottico (OCT della papilla- testa del nervo ottico).

Esami eseguibili presso lo studio, indispensabili anche per il controllo nel tempo sia dei fattori di rischio che della cura / progressione della malattia.

Esame del  CAMPO VISIVO  computerizzato: screening,  30.2, 24.2, 10 gradi centrali, Curva di Bebie 

Link utile di informazione dal sito SOI  (Società Oftalmologica Italiana):

https://vimeo.com/275991602/46cd81cacb